Il pensiero del giorno - Luglio 2024

Lunedì 1 luglio 2024
"Le parole gentili non costano nulla. Tuttavia ottengono molto" (B. Pascal). Siamo sempre contenti quando troviamo persone gentili. Dovremmo esserlo anche noi, per far sentire la stessa cosa a chi incontreremo oggi.

Martedì 2 luglio 2024
"Responsabilizzate maggiormente i ragazzi. Mi pare che nella società del benessere in fatto di stare bene, di avere tutto e abbastanza in fretta, il non avere tempo e pazienza di rispettare i tempi psicologici dei ragazzi, inducano genitori ed educatori a fare i prodighi a oltranza nei loro confronti. Non solo li accontentano in tutto, ma preoccupati che non manchi loro nulla, creano in tanti ragazzi bisogni inesistenti o dannosi e fanno tutto il possibile per evitare ad essi la fatica, il sacrificio, il lavoro." Osservazione giusta e attuale del cardinale Martini. Bisogna educare al sacrificio, senza il quale, non si raggiunge nessun obiettivo. 

Mercoledì 3 luglio 2024
Oggi si celebra S. Tommaso apostolo. Le difficoltà e le oscurità del credere sono ben descritte nell'incontro di Gesù risorto con il discepolo Tommaso. In lui siamo presenti tutti noi, le nostre lentezze nel cammino di fede, le nostre crisi e le nostre paure. La fede non è facile conquista, né tantomeno facile da conservarsi. La fede ha bisogno di tempi di maturazione e di approfondimento. Tommaso esprime il dramma di quanti sono delusi e non credo­no. Ma Gesù cerca ogni uomo, ogni persona per renderla partecipe della sua gioia e della sua gloria. Tommaso ci aiuta a capire che la fede cristiana non è generica fede in Dio, ma è arrivare a dire a Gesù “Mio Signore e mio Dio”.

Giovedì 4 luglio 2024
"L' amicizia comporta moltissimi e grandissimi vantaggi, ma ne presenta uno nettamente superiore agli altri: alimenta buone speranze che rischiarano il futuro e non permette all'animo di deprimersi e di abbattersi." È la saggezza di Cicerone che parla dell' importanza dell' amicizia.

Venerdì 5 luglio 2024
Rinunciare alla logica dell’apparenza è una richiesta fatta dal Signore. Vivere di apparenza significa far dipendere la nostra vita continuamente dallo sguardo dell’altro. Le cose assumono senso solo quando gli altri se ne accorgono e ci ammirano. Senza questo sguardo tutto ci sembra inutile e senza senso. Ma l’amore vero è sempre amore per ciò che molto spesso gli altri non vedono. È amare senza mettersi in mostra, è fare delle scelte che nascono dal cuore e non dalle strategie. E' necessario rinunciare a ogni tipo di apparenza per fare scelte che riguardano il segreto del nostro cuore. 

Sabato 6 luglio 2024
Riprendi sempre la tua strada ogni mattina, non dimenticare il senso di gratitudine e metti in campo la tua forza ed energia, perché ogni giorno è un capitolo nuovo da scrivere. Non dimenticare: la strada è sempre la stessa, sei tu che la affronti con animo diverso.

Domenica 7 luglio 2024
Questa domenica si parla di coerenza. Gesù non è morto in nome della coerenza ma per manifestare un amore che sa piegarsi sull'umanità e sa accogliere ogni fragilità. Nel mondo dei puri e degli onesti in cui si esige e si pretende che gli altri siano perfetti, mentre si è piuttosto clementi verso se stessi, non c'è spazio per il Vangelo che, se da una parte propone ideali elevati, dall'altra tempera ogni richiesta con la logica della misericordia e del perdono. Dio chiede la perfezione, ma come la intende lui. Quella che è attenta allo sforzo, non al risultato. Che guarda il cuore, non le regole. Che legge l'anima, non l'apparenza. 

Lunedì 8 luglio 2024
Siamo imperfetti; compiamo un errore? Nulla di più normale: non esistono persone perfette! Qualcuno ci ha fatto notare un difetto? Ringraziamolo, perché così potremmo iniziare a correggerlo per migliorare ciò che siamo. Riceviamo una critica? Dobbiamo esserne contenti: se si tratta di una critica costruttiva, possiamo portare noi stessi a un livello migliore.

Martedì 9 luglio 2024
"Gli antichi potevano ben costruire cattedrali perché avevano dei dogmi. Noi non abbiamo che delle opinioni. Non si costruiscono cattedrali con delle opinioni". È un pensiero di Heine che sottolinea l'elevazione della mente e del cuore, quando si entra in una chiesa dove domina il bello che invita alla pace e alla preghiera.

Mercoledì 10 luglio 2024
"Hai solo un corpo e quello sei tu. Il tuo corpo merita di essere curato bene: nutrilo in modo sano, prendine cura, altrimenti ti presenterà il conto. Cura proprio il tuo corpo, non quello che sogni di avere, quello che hai! È l'unico che hai e ti permette di abbracciare le persone care, è lui che ti permette di piangere e di amare, di sorridere agli amici. Quello che conta è il rapporto che hai con te stesso e con gli altri. Ama ogni sua cicatrice e ogni sua ruga. Il tuo corpo è il tempio di Dio che abita in te. Hai un solo corpo, amalo. È la cosa più saggia che puoi fare". È una riflessione di don Giovanni Benvenuto che merita di essere pensata e concretizzata.

Giovedì 11 luglio 2024
Oggi è la festa di S. Benedetto da Norcia. "Con la sua vita e la sua opera ha esercitato un influsso fondamentale sullo sviluppo della civiltà e della cultura europea. Oggi l’Europa, uscita appena da un secolo ferito da due guerre mondiali e dopo il crollo delle grandi ideologie rivelatesi come tragiche utopie, è alla ricerca della propria identità. Per creare un’unità nuova e duratura, sono certo importanti gli strumenti politici, economici e giuridici, ma occorre anche suscitare un rinnovamento etico e spirituale che attinga alle radici cristiane del Continente, altrimenti non si può ricostruire l’Europa.” (Benedetto XVI). Ci aiuti S. Benedetto a valorizzare la nostra cultura trasmettendola alle nuove generazioni.

Venerdì 12 luglio 2024
Il più bel regalo che possiamo fare alle persone è il nostro tempo, cioè la nostra vita. Non è mai tempo perso, quello dedicato alle persone. Chi ama veramente, il tempo lo trova sempre. Perché il tempo è una scelta. La scelta di dare sempre la priorità ai sentimenti, alle emozioni, alle persone.